Il turismo e i sistemi antincendio
negli alberghi italiani

Dal Dopoguerra l’Italia è la meta dei sogni di ogni turista. E non a caso: paesaggi spettacolari, un’eredità storica unica al mondo in termini di monumenti, architettura e arte. Vale la pena di chiedersi se la qualità dei servizi offerti dal settore terziario locale sia all’altezza dello scrigno Italia. La ricettività rispetta i canoni di sicurezza internazionali?
Partiamo da un dato di fatto. Le misure di adeguamento ai fini della sicurezza antincendio delle strutture alberghiere sono definite nel testo coordinato del DM 09/04/1994 e riguardano tutte le strutture ricettive come alberghi, ostelli, bed and breakfast, pensioni.

Le strutture alberghiere costruite prima del 1994 si avvalgono per buona parte di un sistema di sicurezza antincendio delineato all’interno di un disegno ministeriale vecchio di vent’anni. Per la precisione, a queste strutture viene concesso di ottenere una proroga del certificato originale del 1994. Il discorso non vale per le strutture alberghiere di ultima generazione o comunque costruite dopo quell’anno, tenute a osservare l’ultima normativa sulla sicurezza antincendio.

Conformità
delle vernici ignifughe

Alla luce della recente crisi dell’edilizia è necessario considerare che la maggior parte delle strutture ricettive costruite in Italia sono antecedenti al 1994. Avvalersi di un sistema che risponde a norme vecchie di vent’anni significa fare ancora affidamento su tipologie di prodotti non conformi, come le vernici ignifughe utilizzate. Consentendo l’adeguamento a normative datate e tecnologicamente superate, nessun albergatore è incentivato a investire nelle moderne e sicure procedure di sicurezza antincendio. Le aziende impegnate nella realizzazione di sistemi di sicurezza antincendio sempre più tecnologici, viceversa, profondono energie e investimenti.

La ricerca
per la sicurezza
e l’affidabilità

Grazie alla ricerca, oggi è possibile costruire edifici sicuri e affidabili. Allo stesso modo oggi è possibile rendere più sicuri edifici già esistenti. Eppure, sul territorio nazionale si dispone di alberghi, ostelli e pensioni molto meno sicuri rispetto ai massimi standard raggiungibili grazie alle nuove normative e tecnologie.
Le ricadute sul turismo? Di certo fuori dalla Penisola non chiudono un occhio. Le agenzie di viaggio all’estero segnalano ai turisti la singolarità dell’ordinamento giuridico italiano e illustrano nel dettaglio le peculiarità dei sistemi antincendio di parte significativa degli alberghi italiani. Chi viaggia, soprattutto oggi, esige ogni tipo di garanzia per la tutela della propria sicurezza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi