Il Metropolitan Opera House di New York

 In Firewall, in scena

I teatri sono il tempio della cultura. Un tempio in cui il legno ha una parte da protagonista: dal palcoscenico alle sedute, dai palchi ai soffitti e le decorazioni. Il tour di Firewall per i teatri più belli al mondo varca l’oceano e arriva a New York per entrare al Metropolitan Opera House, che con i suoi 3.800 posti è il teatro d’opera più grande al mondo. Chiamato anche Met, è stato originariamente costruito a partire dal 1880 e dal 1966 fa parte del Lincoln Center.

LA STORIA

Il Metropolitan Opera House fu aperto nell’aprile del 1883 tra la 39esima e la 40esima strada a Broadway. Nacque come teatro privato di un gruppo di ricchi uomini di affari. L’edificio venne progettato dall’architetto J. Cleaveland Cady, che gli diede un aspetto tipicamente industriale, contraddistinto da mattoncini gialli sulle facciate: questa caratteristica procurò al teatro il soprannome di The Yellow Brick Brewery, ovvero la fabbrica dai mattoni gialli. Nel 1892 il Met fu completamente distrutto da un incendio: venne ricostruito nello stesso luogo del precedente dagli architetti John Merven Carrère e Thomas Hastings.

Ritenuto inadeguato per New York, nel 1966 il teatro venne chiuso e nel 1967, non avendo ottenuto lo status di monumento, fu demolito. Il nuovo Metropolitan Opera House fu costruito all’interno dell’area del Lincoln Center, al numero 10 della Lincoln Center Plaza. L’apertura al pubblico si tenne l’11 aprile 1966 con La fanciulla del West di Giacomo Puccini: di Puccini è anche l’opera più rappresentata di sempre al Met, La Bohème. L’inaugurazione ufficiale si tenne invece il 16 settembre 1966, con la prima assoluta di Antonio e Cleopatra di Samuel Barber diretto da Franco Zeffirelli.

Sul palco del Metropolitan si sono esibiti i più importanti cantanti, direttori d’orchestra, compositori e musicisti al mondo: da Enrico Caruso (che è stato al Met più che in ogni altro teatro al mondo) al discepolo di Wagner, Anton Seidl; da Arturo Toscanini (che vi debuttò nel 1908) a Gustav Mahler. Per 25 anni, dal 1973 al 2018, il direttore musicale del Metropolitan è stato James Levine, che ha guidato più di 2.500 performance. Il Met è anche la sede della Metropolitan Opera Company e dell’American Ballet Theatre.

In ogni stagione teatrale, il Metropolitan Opera House accoglie oltre 200 spettacoli lirici: più di 800mila persone assistono alle rappresentazioni. Il Met è conosciuto anche per le sue trasmissioni radio dal vivo: la prima fu il 15 dicembre 1931 con Hänsel und Gretel di Engelbert Humperdinck. Dal 1977 si sono aggiunte le produzioni televisive.

ARCHITETTURA

Il Metropolitan Opera House è l’edificio principale della Lincoln Center Plaza. Progettato dall’architetto Wallace Kirkman Harrison, si caratterizza per la facciata con 5 grandi archi. Nell’atrio sono presenti 2 murales di oltre 100 metri quadrati realizzati da Marc Chagall: uno raffigura Il trionfo della Musica, l’altro Le fonti della musica. Nel foyer, 11 lampadari di cristallo rappresentano invece le costellazioni. La sala del teatro può accogliere 3.800 persone sedute e 195 in piedi. Il proscenio è largo 16 metri e alto altrettanto. il palcoscenico è totalmente automatizzato e permette la rappresentazione di fino a 7 spettacoli a settimana.

VISITARE IL METROPOLITAN OPERA HOUSE DI NEW YORK

Durante la stagione teatrale è possibile visitare il dietro le quinte del Metropolitan Opera House da lunedì a sabato alle ore 15 e domenica alle ore 10.30 e alle 13.30. Tutti i giorni è inoltre possibile partecipare ai tour del Lincoln Center, che comprendono una visita al Met e offrono informazioni artistiche e architettoniche sul centro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi