L’importanza delle vernici ignifughe nelle caffetterie

 In attualità

Sempre più spesso, specialmente nelle grandi città italiane, le caffetterie d’ispirazione anglosassone stanno prendendo il posto dei classici bar. Cambia il rito del caffè, cambia il modo (e i tempi) con cui si vivono i locali in cui consumare colazioni. E cambiano anche le estetiche: l’arredamento è infatti il punto di forza di questi locali, che generalmente fanno largo uso di legno. Da qui l’importanza per la sicurezza, offerta anche dalle vernici ignifughe.

L’avanzata delle caffetterie

Vista dall'alto dell'interno di una caffetteria in stile anglosassone con bancone, baristi, clienti e tavoli

Per decenni, in Italia, il luogo in cui consumare velocemente un caffè è stato il classico bar. Prima di andare al lavoro, a metà mattina o dopo pranzo, il bar è stato — e per moltissimi è ancora — la meta per una tazzina sorseggiata rapidamente, un cappuccino, un caffellatte, una brioche (o cornetto che dir si voglia, ma preferibilmente non la famigerata Luisona…).

Poi, negli ultimi vent’anni, parallelamente alla diffusione dell’estetica cosiddetta hipster, sono arrivate le caffetterie d’ispirazione anglosassone. Oggi, nei centri urbani, sono praticamente ovunque, e rappresentano un cambio di paradigma: non più un posto in cui transitare rapidamente, fermandosi al bancone giusto il tempo per bere una bevanda calda e mangiare qualcosa, ma un luogo accogliente da vivere con calma.

Preferite da ventenni e trentenni, oggi le caffetterie (o coffee shop) sono luoghi d’incontro e “cornici” per fare di tutto: leggere in solitudine un bel libro, studiare per un esame, lavorare col proprio computer portatile o incontrare clienti e collaboratori, il tutto occupando — anche per diverse ore — tavoli o divanetti.

L’importanza del concetto di accoglienza e autenticità in questo tipo di locali

Un ragazzo con la barba e una ragazza stanno discutendo di lavoro davanti a un computer portatile al tavolino di una caffetteria

Il concetto di accoglienza è fondamentale in questo tipo di locali, che fanno dell’arredamento uno dei punti di forza e di riconoscibilità. L’attenzione all’estetica, infatti, è la prima caratteristica che salta all’occhio, soprattutto se confrontata coi classici bar.
Si va dal minimalismo in chiave scandinava allo stile eclettico, pieno di elementi. Ciò che non manca (quasi) mai sono i pezzi vintage, l’accurata scelta di stampe e quadri, le lavagnette sulle quali sono illustrate offerte e prezzi, le grandi lampadine a led con luci dai toni caldi, una selezione musicale accurata e in linea con lo spirito del luogo. Il tutto serve a comunicare quello che è il principio cardine di questo tipo di locali: l’autenticità. Questa, talvolta, può essere, appunto, autentica, ma in alcuni casi è l’esatto contrario: fabbricata, artificiale. E diventa un’arma a doppio taglio: di recente il quotidiano inglese Guardian ha parlato, in un articolo, proprio del perché tutte le caffetterie sembrano uguali. Secondo il giornalista Kyle Chayka la responsabilità va attribuita alla globalizzazione e all’omogeneizzazione culturale facilitata dal web e dai social network; su tutti, Instagram.

Una delle cause di questa uniformità, oltre alle mode che transitano su Instagram, è un materiale. Anzi, il materiale “principe” negli interni delle caffetterie: il legno. Dai banconi alle sedute, dai tavoli agli scaffali (magari pieni di libri, o dischi, o soprammobili bizzarri) fino dai pavimenti (vissuti o d’epoca), il legno è — per eccellenza — il materiale che comunica accoglienza, calore e genuinità. Ma, in tutto questo tripudio di sbandierata e un po’ “leccata” autenticità, anche la sicurezza è fondamentale. Da qui l’importanza dell’uso — che nei locali pubblici in molti casi è obbligatorio, ma, anche quando non lo è, va considerato sempre opportuno — delle vernici ignifughe.

L’uso delle vernici ignifughe nelle caffetterie: un presidio di sicurezza

Interno di un bar caffetteria in stile anglosassone con lungo bancone in legno, sgabelli, tavolini e molte piante

Oltre a limitare i datti in caso di incendio, i cicli di verniciatura ignifuga, come quelli prodotti da Firewall, consentono di rallentare o addirittura bloccare la propagazione delle fiamme, consentendo quindi anche un esodo più sicuro. Il tutto senza rinunciare all’estetica (che, come si è capito, è fondamentale, in alcuni casi ancor più dei prodotti venduti e serviti nelle caffetterie).

A differenza delle vernici ignifughe del passato, che sacrificavano notevolmente l’estetica naturale del legno e permettevano poche soluzioni in fatto di interior design, le moderne tecnologie permettono alle vernici Firewall di essere delle perfette alleate di architetti e interior designer.
Si possono ottenere tutti i colori e gli effetti più disparati: basta chiedere al nostro team di esperti!
Che si tratti di vera autenticità o meno, la sicurezza va messa sempre al primo posto. Al secondo, ovviamente, c’è un buon caffè.

Vista dall'esterno di una vetrina di un locale, con una bicicletta da corsa appoggiata sulla vetrina all'esterno e, dentro, un ragazzo con la barba lunga e lo stile hipster che sta seduto a un tavolino

Dettaglio ravvicinato di una struttura in legno incurvato di un edificio, con giochi d'ombre che sembrano formare un motivo astratto