Vernici ignifughe per legno Firewall: bellezza e sicurezza

 In firewall informa, Primo piano

È un rapporto all’insegna della bellezza e della sicurezza quello tra le vernici ignifughe Firewall e il legno. Un rapporto che coniuga innovazione, estetica e l’incolumità di cose e persone. Un ciclo di verniciatura con una vernice antifuoco della linea Firewall può infatti ritardare la nascita di un incendio, rallentarne la diffusione e così salvare vite. Per questo è importante affidarsi agli specialisti e scegliere una vernice ignifuga per legno di Renner Italia.

Il legno è un materiale leggero e resistente, con spiccate capacità antisismiche. Considerato sin dall’antichità perfetto per la costruzione di case ed edifici, è ancora oggi amato da più importanti architetti e progettisti, che lo scelgono per le abitazioni civili così come per i cinema e i teatri, per i centri commerciali e anche per le gli uffici, le scuole, i ristoranti e gli ospedali. Il legno è il cuore della moderna bioarchitettura, è un elemento naturale che riempie di fascino gli ambienti in cui viviamo, ma che è anche infiammabile, se non viene opportunamente protetto e trattato attraverso trattamenti ignifughi e intumescenti.

Le vernici ignifughe per legno Firewall

La ricerca Firewall ha permesso di mettere a punto cicli di verniciatura in grado di frenare l’innesco dell’incendio, ritardare la propagazione delle fiamme e limitare l’emissione di gas tossici. Il tutto nel pieno rispetto del complesso quadro normativo nazionale e internazionale, ma senza in alcun modo compromettere le caratteristiche funzionali ed estetiche del legno. Utilizzare una tinta ignifuga Firewall significa così valorizzare tutta la bellezza del legno e rispondere allo stesso tempo all’imperativo della sicurezza. I laboratori Renner Italia hanno infatti sviluppato vernici ignifughe di ultima generazione, in grado di coprire un’infinita gamma di effetti speciali, colorazioni e finiture di pregio.

Come proteggere il legno dal fuoco

La normativa italiana con il D.M.26.06.84 (“Classificazione di reazione al fuoco ed omologazione dei materiali ai fini della prevenzione incendi”) suddivide i materiali in 6 classi di reazione al fuoco da 0 a 5, in base alla loro combustione nella fase inziale di un incendio e in quella immediatamente successiva, quando l’incendio è in atto ma non ancora sviluppato. La classe 0 viene attribuita ai materiali incombustibili, mentre di norma alle superfici lignee viene assegnato un valore compreso fra 4 e 5. Le vernici Firewall sono invece della classe 1 e permettono di modificare la risposta del legno per prevenire lo sviluppo di un incendio.

I cicli di verniciatura ignifuga Firewall intervengono sulle caratteristiche naturali di combustibilità del legno e consentono di bloccare la propagazione delle fiamme, attraverso l’attivazione di tre differenti meccanismi:

  • l’emissione di gas che allontanano l’ossigeno, inibiscono la combustione e conseguentemente contrastano il propagarsi delle fiamme;
  • formazione dell’intumescenza, cioè di uno strato carbonioso schiumoso che agisce come isolante, e forma una barriera tra il legno e le fiamme;
  • Il processo di vetrificazione del film di vernice: attivato da una reazione chimica, è la produzione di uno strato compatto isolante che impedisce il passaggio delle fiamme e l’innalzamento della temperatura.

Il legno non trattato è fra i materiali più pericolosi in caso d’incendio. La certificazione della vernice ignifuga Firewall consente invece di elevare la classe di reazione delle superfici lignee fino alla classe 1, la migliore che il legno come tipologia di materiale può conseguire.

Vernice ignifuga e vernice intumescente

Le vernici ignifughe e le vernici intumescenti limitano la propagazione del fuoco, del calore e del fumo. Vanno utilizzate nei locali regolati dalle normative antincendio, cioè quei locali con grande afflusso di persone – come centri commerciali, hotel, scuole o cinema – che sono tenuti al rilascio del Certificato di prevenzione incendi (CPI) per materiali combustibili come arredi ed elementi strutturali (per esempio, una trave in legno, in acciaio o calcestruzzo).

La differenza tra vernice ignifuga e vernice intumescente sta nella composizione chimica. Le prime contengono additivi ignifughi o antifiamma (dal latino ignis, fuoco, e fugo, “che fa fuggire”); le seconde sono composte con additivi intumescenti (dal latino intumescens, ovvero “che si gonfia”).

In presenza di temperature tra i 200 e i 300°C gli additivi ignifughi rilasciano sostanze inibitrici di ossigeno: sviluppano anidride carbonica o creano vapore acqueo, abbassando di fatto la temperatura della combustione. Tra i 300 e i 400°C le vernici ignifughe avviano il processo di cristallizzazione: in sostanza uno strato vetrificato non infiammabile crea una barriera per il legno. Gli additivi intumescenti, invece, a 200°C reagiscono gonfiando il film di vernice e creando una barriera protettiva e isolante, che ritarda sia la combustione che l’innalzamento della temperatura.

Normalmente gli additivi antifiamma sono utilizzati nei cicli applicati al materiale di arredamento, mentre gli additivi intumescenti più reattivi, ma esteticamente poco trasparenti, sono inseriti nelle pitture utilizzate nelle verniciature di strutture portanti per migliorare la resistenza al fuoco e così aumentare il tempo a disposizione sia per l’evacuazione sia per l’intervento di spegnimento e soccorso.

Una vernice ignifuga certificata in classe 1 di reazione al fuoco conterrà additivi antifiamma e risulterà più performante come resistenza chimica e all’abrasione, mentre una pittura intumescente certificata in classe di resistenza al fuoco sarà maggiormente sensibile all’umidità e alle sollecitazioni.

La gamma di vernici ignifughe di Renner Italia comprende cicli di verniciatura trasparenti, bianchi o pigmentati dalle elevate prestazioni chimico-fisiche e con livelli di finitura senza pari. Nel dettaglio:

  • Vernici ignifughe all’acqua per pareti e soffitti
  • Vernici ignifughe a solvente per pareti e soffitti
  • Vernici ignifughe all’acqua per pavimenti
  • Vernici ignifughe a solvente per pavimenti

I cicli di verniciatura Firewall (scarica il catalogo) hanno ottima trasparenza e possono essere applicati a rullo, pennello o a spruzzo. Sono idonei alla protezione di strutture portanti, cartone alveolare, pavimentazioni in legno, rivestimenti lignei a parete e soffitto. Le vernici Possono essere utilizzati in tutti gli ambienti, compresi negozi, stand, strutture alberghiere, mostre e anche per quei rivestimenti e arredamenti che esigono un risultato estetico eccellente. Una linea di prodotti Firewall è dedicata alla protezione specifica di arredamenti e rivestimenti di navi da crociera.

Dichiarazione di conformità

Dopo l’applicazione di un ciclo di verniciatura ignifuga Firewall idoneo alla richiesta del responsabile antincendio, il verniciatore deve compilare e controfirmare l’attestato di applicazione, indicando quantità e metri quadri verniciati. L’attestato di applicazione va inviato a Renner Italia, indicando il luogo di destinazione dei manufatti verniciati e il DDT con cui sono stati consegnati i prodotti vernicianti ignifughi. Dopo aver effettuato i necessari controlli, Renner Italia rilascerà la dichiarazione di conformità, allegando l’omologazione o la certificazione.

Consulenza per la protezione ignifuga del legno

Serve preparazione, specializzazione e competenza quando si cerca una vernice ignifuga per legno; Amazon è certamente un grande portale di e-commerce, su cui si può acquistare praticamente tutto, ma non certo la consulenza di uno specialista della verniciatura ignifuga. Prima e dopo la vendita, la squadra Firewall offre assistenza per trovare le giuste soluzioni nell’ambito della verniciatura, dall’analisi delle necessità all’individuazione della migliore tinta ignifuga, fino all’applicazione della finitura ignifuga e alla verifica dei risultati.