Teatro dell’opera di Copenaghen

 In in scena

I teatri sono il tempio della cultura. Un tempio in cui il legno ha una parte da protagonista: dal palcoscenico alle sedute, dai palchi ai soffitti e le decorazioni. Il tour di Firewall arriva in Danimarca al Teatro dell’opera di Copenaghen. Chiamato in danese Operaen, è tra i più moderni teatri al mondo e anche uno dei più costosi: sono serviti oltre 500 milioni di dollari per costruirlo.

LA STORIA

Il teatro dell’opera di Copenaghen sorge sull’isola artificiale di Dokøen, in uno spazio dell’area portuale che si trova proprio di fronte al palazzo di Amalienborg, la residenza ufficiale della Corona danese. È stato edificato, all’interno di un vasto progetto di riqualificazione dell’area portuale, dalla Fondazione A.P. Møller e Chastine Mc-Kinney Møller, costituita dall’armatore Arnold Mærsk Mc-Kinney Møller, che ha donato l’opera allo Stato. Il teatro è gestito dal Royal Danish Teatre, l’istituzione nazionale danese sotto il controllo del ministero della Cultura.

LA COSTRUZIONE

L’edificio è stato progetto dall’architetto Henning Larsen in collaborazione con gli ingegneri Ramboll e Buro Happold, sotto la stretta, e a volte problematica, supervisione di Mærsk Mc-Kinney Møller. I lavori sono iniziati nel giugno del 2001, per completarsi l’1 ottobre del 2004, con inaugurazione che si tenne il 15 gennaio 2005 alla presenza dell’armatore, del primo ministro danese Anders Fogh Rasmussen e della regina Margherita II.

ARCHITETTURA

Il teatro dell’opera occupa una superficie di 40mila metri quadrati che si sviluppano su 14 piani, 5 dei quali sono sotterranei. L’esterno dell’edificio è rivestito di pietra calcarea del Jura Gelb, mentre il foyer – su cui si affacciano 4 livelli di balconate – presenta marmo perlatino di Sicilia. L’ampia vetrata del fronte del teatro rende luminoso il foyer e lo mette in contatto visivo con l’acqua.

L’auditorium principale è in grado di ospitare da 1.492 a 1.700 spettatori a seconda delle dimensioni dell’orchestra, disposti su 4 ordini di palchi. È caratterizzato da una forma che ricorda una conchiglia ed è rivestito esternamente da pannelli di legno d’acero. Il soffitto è decorato con 105mila foglie d’oro a 24 carati, equivalente a 1,5 chili d’oro. Il palco reale non è in posizione centrale, ma si trova sul lato sinistro dell’auditorium, vicino al palcoscenico. La buca dell’orchestra, una delle più grandi al mondo, ha spazio per 110 musicisti.

Oltre all’auditorium principale, nell’edificio sono presenti anche un piccolo palcoscenico per il teatro sperimentale chiamato Takkelloftet, una sala per le prove dell’orchestra posizionata 14 metri sotto il livello del mare, una sala prove per gli artisti, una zona per ricevimenti, un bar e altri spazi funzionali.

VISITARE IL TEATRO DELL’OPERA DI COPENAGHEN

L’ufficio turistico di Copenaghen organizza visite guidate in danese e in inglese al Teatro dell’opera, alla Royal Danish Playhouse e all’Old Stage, il vecchio teatro reale oggi utilizzato prevalentemente per il balletto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi